Miocomune.it

La tua informazione locale

Dom17112019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Politica Social Media Marketing: quando l'azienda vuole vendere su internet

Social Media Marketing: quando l'azienda vuole vendere su internet

  • PDF
Copia_di_immagine-social-mobile

Promuovere marchi e vendere prodotti in internet attraverso social network, siti, blog e forum specializzati. È il campo del Socia Media Marketing, un'attività in continua crescita anche sul Tirreno cosentino, da Scalea a Belvedere Marittimo e da Tortora fino a Cetraro e Paola.

Un modo di “farsi pubblicità”per aziende, negozi, professionisti e perfino associazioni che rivaleggia con i metodi tradizionali di promozione commerciale. Tra questi spot televisivi e radiofonici, affissioni murarie e volantinaggio. “Sarebbe piuttosto corretto dire che li integra alla perfezione”, ci ha spiegato Gerry Langone, fondatore, strategy manager e Seo specialist per Smart Agency, agenzia di comunicazione e web marketing con sede a Santa Maria del Cedro.

Copia_di_gerry-langone

Da una chiacchierata con lui abbiamo cercato di capire qualche elemento in più sul Social Media Marketing o SMM.

Come e quanto è diffuso il SMM in Calabria o, nello specifico, nella provincia di Cosenza e lungo la Riviera dei Cedri?

Analisi di settore evidenziano che in questo contesto geografico si registra una percentuale di utilizzo dei social media a fini di marketing in linea con i dati nazionali.

Ciò che invece in questo territorio rappresenta ancora una lacuna sono i tassi di conversione degli utenti social in clienti. In questo siamo molto lontani dai numeri che si registrano, ad esempio, nel Nord Italia o nel resto dell'Europa. È su questo che bisogna ancora lavorare molto.Credo che qui molti attori economici abbiano capito che sia importante “essere presenti sui social”, ma forse non hanno ancora chiaro per quale motivo e in che modo conviene farlo. C'è una forte dispersione di energie, nel senso che si punta a spendere poco per fare Social Media Marketing pensando di risparmiare. In realtà si sta solo spendendo male.

E comunque, mediamente, a questo strumento vengono destinate somme inferiori a quelle necessarie ad ottenere risultati concreti, che invece possono essere attivati dalla corretta combinazione di azioni e funzioni da svolgere su più social media e non solo. Facebook, Instagram, Youtube, Linkedin solo per citare i social media più frequentati quotidianamente dalle persone.

È dunque possibile una gestione in proprio, un Social Media Marketing fai-da-te?

Fino a un certo punto sì, poi ci sono dei limiti. È difficile per qualsiasi imprenditore diventare un professionista di qualsiasi servizio esterno del quale ha bisogno.

Faccio un esempio. Se una persona è in grado di riparare una presa elettrica in casa, questo non vuol dire che saprà realizzare in proprio l'intero impianto elettrico di un'abitazione. Sarà però in grado di rendersi conto se pagare 100 euro a un elettricista per sostituire un campanello sia stato un buon affare o una truffa.In definitiva, conoscere la materia è importante per capire con chi si ha a che fare, ma anche in questo mestiere bisogna cercare le persone giuste, professionisti fidatiche meritino fiducia.

Quali sono i vantaggi nell'affidarsi a un professionista del settore?

Il Social Media Manager professionale ragiona per obbiettivi, può anche arrivare a scommettere con l'imprenditore su un'idea, un progetto. Inoltre, grazie alle proprie esperienze pregresse e alle reti di conoscenze e collaborazioni, può offrire opportunità al cliente. Ad esempio, può proporre campagne di crowdfunding per incrementare il budget aziendale o rendere accessibili consulenze specifiche per permettere all'azienda di compiere uno scatto in avanti. Questo è valido in particolare se il professionista contattato non si limita a fare il minimo indispensabile per portare la giornata a casa, ma nutre nuove ambizioni e si pone continuamente obbiettivi di crescita per sé stesso e, di conseguenza, per i suoi clienti.

Come si riconosce un Social Media Manager professionista?

In linea generale, se vengono proposti grandi risultati, in poco tempo e spendendo poco non siamo di fronte a un professionista. Tutte le strategie fatte con criterio hanno bisogno di tempi congrui di analisi, di test e di settaggio. Il tutto per far scoccare una scintilla e accendere un fuoco. Poi bisogna mantenere acceso il focolaio.

C'è dell'altro, però. Forse non tutti gli imprenditori capiscono di Social Media Marketing o di web in generale. Ma sono convinto che la maggior parte di loro sia in grado di valutare un professionista, dunque cosa ha realmente da offrire, semplicemente parlandoci. In questi casi, per me è sempre illuminante la scena del colloquio di lavoro di Virgil Starkwell, interpretato da Woody Allen in uno dei suoi capolavori cinematografici, Prendi i soldi e scappa.

Domanda secca: quanto costa il Social Media Marketing?

Qui è meglio fare un discorso più ampio, generico. Un'azienda deve investire in marketing il 30 percento del proprio fatturato. La metà di questa percentuale deve essere assorbita nelle opportunità che offre il web, Social Media Marketing compreso.

Il restante 50 percento, invece, deve andare in sviluppo di reti e contatti commerciali, ricerca di investimenti, anche in start up, in formazione.  Questo perché la conversione resta sempre l'obbiettivo principale e questa non si ottiene solo in internet. Il contatto umano conta ancora moltissimo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.