Miocomune.it

La tua informazione locale

Infissi Rinaldi! Qualità e convenienza. Showroom a Scalea in via T. Campanella 112 e Corso Mediterraneo

Mar18062019

Ultimo Aggiornamento:01:11:38

Pubblicità:
Indietro Tirreno Tirreno News Politica Bonifati, il 25 aprile con Forza nuova da un lato e le associazioni dall'altro

Bonifati, il 25 aprile con Forza nuova da un lato e le associazioni dall'altro

  • PDF
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.

BONIFATI – E' iniziata con un danneggiamento la giornata del 25 aprile sul Tirreno cosentino. Il piccolo centro costiero si è improvvisamente animato, come è noto, per una manifestazione dell'area di centrosinistra ed una concomitante contromanifestazione di Forza nuova dedicata ai morti della Repubblica sociale di Salò. Il danneggiamento: qualcuno, nella notte di ieri, ha tentato di incendiare la porta di ingresso della sede della sezione di Forza nuova.

Sull'accaduto, sono in corso le indagini dei carabinieri della Compagnia di Scalea. Non è neanche la prima volta, fra l'altro, che la sede del gruppo di destra viene presa di mira. Nella mattinata di ieri le associazioni Anpi provinciale e del Tirreno; Cgil Pollino, Sibartitide, Tirreno; Uil Cosenza; Libera, presidio Tirreno; Pd, provincia Cosenza; Giovani democratici, provinciale e regionale; Sinistra italiana, provinciale e regionale; Prc Cosenza; Federconsumatori Calabria hanno partecipato alla manifestazione organizzata in piazza Ferrante.

Nel centro costiero anche una considerevole presenza di uomini delle forze dell'ordine. Le scintille scoppiate nei giorni scorsi hanno fatto temere in possibili reazioni. Anche il sindaco, Francesco Grosso, tirato in ballo nei giorni scorsi dal centrosinistra per l'annullamento della manifestazione definita “anticostituzionale” di Forza nuova, ha rilasciato una dichiarazione che chiarisce: «Condanno il fascismo e chi ne fa elogio, ma anche il “fascismo dei cosiddetti antifascisti” che nei fatti hanno praticato il privilegio sociale, la parzialità nell'esercizio delle loro funzioni e il disprezzo per gli avversari. L'antifascismo prima di un'idea politica è un sentimento morale e una pratica esistenziale. Le sterili polemiche di questi giorni le rispedisco al mittente, consapevole dei miei valori e avendo ben chiari gli obiettivi da perseguire per la crescita della nostra comunità».

Il sindaco Grosso ha espresso l'auspicio che il 25 aprile fosse: “la Festa di tutti, e non solo di chi ne sbandiera i valori salvo poi perdersi nei fatti”. Il sindaco del centro tirrenico aveva anche risposto in qualche modo al Pd, affermando: “I vertici del Pd provinciale e regionale si accorgono solo oggi delle manifestazioni di un gruppo politico che esiste a Bonifati da quasi dieci anni. In quasi otto anni di amministrazione guidata da un sindaco del Pd, o comunque vicino ad esso, le medesime "manifestazioni" si sono tenute puntualmente, negli stessi giorni e con il medesimo rituale”.

GLI INTERVENTI

Il novantaduenne comunista Carmine De Iacovo ha rievocato il pestaggio ricevuto durante il fascismo mentre a Bonifati era in fila con la tessera annonaria ericordando l’affamamento delle masse contadine causato dalla guerra di Mussolini. In mattinata ed anche nel pomeriggio ci sono state provocazioni fra i due gruppi. Le forze dell'ordine hanno cercato di evitare contatti fra le due manifestazioni. L'evento organizzato dalle associazioni e partiti si è aperto con la lettura dei fatti relativi ai due soldati bonifatesi morti nei lager nazifascisti per aver rifiutato di aderire a Salò e nel pomeriggio l’Anpi ha concordato con il sindaco Francesco Grosso di dar inizio alla procedura per riportare a Bonifati la salma del soldato antifascista Vincenzo Quintieri (ancora tumulato nei pressi di Dachau) e la procedura per la medaglia d’onore dello Stato ai parenti di Vincenzo Quintieri e dell’altro milite eroico Domenico Quintiero. Una lectio Magistralis del Professor Walter Nocito Docente di Diritto all’Unical sulla attualità assoluta della Costituzione nata dalla Resistenza ha fatto da contenuto scientifico di alto spessore alla manifestazione.

L'INTERVENTO INTEGRALE DI GIUSEPPE GUIDO DELLA CGIL

IL COMUNICATO DI FORZA NUOVA.

“La scorsa notte, i soliti noti, in occasione del 25 aprile e con il consueto stile partigiano, hanno tentanto di dare fuoco alla sede di FN Bonifati. Fortunatamente le fiamme non hanno causato gravi danni, se non al portone”. Scrive Forza nuova: “Palesi sono gli intenti di determinati politicanti calabresi di area Pd, che, con una strategia ben mirata, e coadiuvata da certa stampa, stanno tentando di colpire, in maniera simbolica, lo storico gruppo militante bonifatese, per mere e vili logiche elettorali. L'oggetto della diatriba è stata la volontà da parte dei forzanovisti di commemorare, presso il cimitero comunale, dei loro concittadini, morti con onore per la RSI e durante la seconda guerra mondiale tutta. L'odio fomentato dagli "onorevoli" Bruno Bossio, Magorno, Aieta – scrive Forza nuova - si è tradotto nel suddetto attacco incendiario e li riteniamo, quindi, responsabili morali dell'accaduto. La nostra risposta sarà come sempre quella militante, con una massiccia presenza in piazza giorno undici maggio, per l'anniversario dell'inaugurazione della sezione”.

Belvedere Marittimo

Belvedere_logo
città dell'amore

Diamante

Diamante_logo
città dei Murales

Scalea

scalea_logo
perla del tirreno

Praia a mare

praia_a_mare_logo
città dell'isola

Tortora

tortora_logo
Tra storia e mare
Scalea, in 400 per la seconda edizione della Granfondo Terùn
 
Castrovillari, cambiamenti climatici e sviluppo rurale: concluso il workshop
 
Cosenza, primo tourist-docu-reality del Sud Italia: al via "Calabria Avventura"
 
Scalea: accolta al comune l'artista Anna Maria Maiolino
 
A Scalea, da tutto il mondo per Eventopeople
 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.