Miocomune.it

La tua informazione locale

Sab23112019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Politica Praia a Mare, per il Solstizio verrà issata la bandiera verde

Praia a Mare, per il Solstizio verrà issata la bandiera verde

  • PDF

PRAIA A MARE – 21 giu. - All'ombra delle bandiere verdi dei pediatri italiani tanti bambini. Nel primo giorno dell'estate è prevista una festa che oggi porrà l'obiettivo internazionale proprio sulla cittadina turistica di Praia a Mare che, come è noto, è anche bandiera blu. La festa per la bandiera verde dei pediatri italiani inizia alle 15.54, ora del Solstizio, il momento in cui entra l'estate.

Il sindaco di Praia a Mare, Antonio Praticò, innalzerà sul pennone, allestito davanti al municipio e rivolto verso il mare, la decima Bandiera Verde ottenuta ininterrottamente da Praia a Mare. Per dieci anni i pediatri italiani hanno consigliato le spiagge della città ai bambini e, fra l'altro, quest'anno hanno scelto Praia a Mare per la cerimonia internazionale. Il prossimo 28 giugno saranno consegnate 142 bandiere verdi, per l'anno 2019, ottenute dai comuni italiani e spagnoli. Oggi, invece, l'alzabandiera sarà accompagnato dai canti dei bambini e ci sarà un brindisi all'estate 2019, che sarà analcolico in modo che lo possano bere tutti, anche i più piccoli.

Il professore ordinario di pediatriaItalo Farnetani, ideatore e coordinatore della ricerca per l'assegnazione delle “Bandiere verdi”, che indicano le spiagge ideali per i bambini scelte da 2550 pediatri europei, spiegherà come preparare e cucinare il pesce in modo che possa essere accettato e mangiato dai bambini. E' la raccomandazione e l'invito che il pediatra rivolge ai genitori all'inizio dell'estate perché è la stagione ideale per abituare i bambini a mangiare il pesce, perchè afferma Farnetani: «Quando i bambini sono al mare è il momento migliore per abituarli a mangiare il pesce, proprio per l'entusiasmo legato all'acqua e alla spiaggia, inoltre vedono i pesciolini che nuotano, i pescatori; pertanto, portare il mare nel piatto sarà sicuramente accettato molto bene. L'insegnamento a mangiare il pesce inizia allora in spiaggia. A Praia a Mare ci sono ancora le barche che pescano proprio le alici. La Coldiretti ha comunicato nei giorni scorsi i dati sul consumo di pesce che indicano un netto calo del 10%, soprattutto del pesce azzurro, con le alici, che sono il pesce ideale per i bambini. Sono dati allarmanti e un brutto indicatore della qualità dell'alimentazione in Italia». Italo Farnetani spiega inoltre che: «Il pesce, per una corretta alimentazione, deve essere assunto tre volte a settimana. La realtà è purtroppo ben diversa.

 In media i bambini italiani, secondo una mia recente ricerca – afferma Farnetani - mangiano pesce una volta a settimana, compreso il tonno in scatola, rispetto alle tre raccomandate perché non c’è l’abitudine di cucinare e mangiare il pesce, perciò il bambino non si è abituato anche durante la gravidanza al gusto del pesce attraverso il sapore del liquido amniotico; c’è la difficoltà alla masticazione e alla deglutizione determinata dalla presenza di lische, infine c’è, da parte dei genitori, la mancanza di tempo per cucinare il pesce. Però dalle mie ricerche ho notato che si tratta di un problema facilmente risolvibile».

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.