Miocomune.it

La tua informazione locale

Dom17112019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Politica San Nicola Arcella, un'ordinanza per tutelare l'Arcomagno

San Nicola Arcella, un'ordinanza per tutelare l'Arcomagno

  • PDF

SAN NICOLA ARCELLA- 2 lug. - I lavori sul sentiero dell'Arcomagno a San Nicola Arcella sono in fase di conclusione. Una delle aree più suggestive del mondo sta per tornare completamene fruibile per i cittadini. Ma ora che il sentiero è stato messo in sicurezza, si vuole regolamentare l'accesso per cercare di preservare l'area naturalistica. Nei giorni scorsi, alcuni bagnanti e lettori avevano segnalato la presenza di imbarcazioni nello specchio d'acqua dell'Arcomagno.

Una situazione che non contribuisce a tutelare l'ambiente marino di quei luoghi. Il sindaco, non appena informato, ha subito predisposto una barriera con boe per evitare l'ingresso dei natanti. Ma ora occorre essere inflessibili per poter mantenere un luogo fantastico regalato dalla natura. E' lo stesso sindaco Barbara Mele in un post su Facebook a ricordare: «Tra pochi giorni consegneranno i lavori del sentiero dell'Arcomagno; sarà emanata una nuova ordinanza a tutela di questo sito. Sarò drastica, esagerata, violenta – promette – ma solo al fine di preservarlo. Ciò che ho visto lì dentro mi ha fatto venire il voltastomaco e quindi: divieto di accesso alle imbarcazioni; divieto di collocare ombrelloni, sdraio e simili. Sarà vietata ogni forma di bivacco e accampamento … e tanto altro». L'obiettivo è mantenere il più possibile incontaminata un'area ad alta valenza naturalistica. Immancabile l'intervento degli ambientalisti di Italia nostra che sono sempre critici verso la sindaca di San Nicola Arcella. Secondo Italia nostra, Barbara Mele: “finalmente ha aperto gli occhi: meglio molto tardi che mai. Ora scopre quello che Italia Nostra da anni sta denunciando e chiedendo: misure, provvedimenti che consentano di tutelare questo sito prezioso, ma vulnerabile, che finora è stato abbandonato a sé stesso, svilito, usato, solo monetizzato. Quello che, aprendo gli occhi ha visto, l'ha trovato vomitevole e preannuncia una drastica ordinanza con la quale vuole vietare l'accesso alle imbarcazioni, la posa di ombrelloni e sdraio, bivacchi, accampamenti e tanto altro. 

Benvenuta tra noi!!!! Ci verrebbe da dire. Attendiamo questa ordinanza. Per quanto riguarda le imbarcazioni, già basterebbe che fosse confermato quello che prevede il Piano comunale spiaggia e cioè il divieto assoluto di ingresso alle barche a trazione a motore. Sì, dunque, ad ingressi contingentati (non più di due) per barche anche elettriche, a remi e di adeguata dimensione. Vorremmo che posasse il suo sguardo anche altrove, su certe dune, su sentieri, alvei dismessi, e provasse la stessa ripugnanza e la stessa voglia di reagire. Parole al vento?”.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.