Miocomune.it

La tua informazione locale

Dom20102019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Politica Scalea, consegnati alcuni locali del Palazzo dei principi - VIDEO

Scalea, consegnati alcuni locali del Palazzo dei principi - VIDEO

  • PDF

SCALEA – IL SERVIZIO VIDEO - Alcuni locali del Palazzo dei Principi Spinelli sono stati consegnati alla Soprintendenza archeologica. Diventeranno nei prossimi mesi una sede operativa, ma c'è l'idea anche di realizzare un museo del mare. La cerimonia, è stato ricordato, è il primo passo di attuazione della convenzione siglata lo scorso 26 giugno dal sindaco di Scalea, Gennaro Licursi, e dal soprintendente Mario Pagano.

Per la consegna e la benedizione di parte dei locali, ancora spogli, c'erano, fra gli altri, il soprintendente Mario Pagano, il sindaco Gennaro Licursi, gli assessori Roberta Orrico e Gaetano Zuccarello, la consigliera Loredana D'Angelo, il parroco don Giacomo Benvenuto, i rappresentanti della pro loco di Scalea, e i responsabili degli uffici della soprintendenza di Praia a Mare. Con la convenzione dei giorni scorsi, le parti si sono impegnate a dar luogo a nuove modalità di collaborazione, nel rispetto delle prerogative di ciascuno, rendendo l'edificio funzionale inoltre alla sistemazione della sede periferica della Soprintendenza, anche all'allestimento di sale da esposizione, alla creazione di un deposito dei reperti archeologici, nonché dei laboratori didattici.

«E' un primo passo importante – ha detto il sindaco Gennaro Licursi - anche se si tratta di una consegna parziale dei locali del palazzo dei Principi, una sede prestigiosa che deve essere utilizzata in tutti i suoi spazi. Si mette già un tassello importante, ma si dà anche un'anticipazione su come si vuole utilizzare il Palazzo che diventerà anche sede della Soprintendenza, del museo. Il palazzo deve essere vissuto per quella che è la vera vocazione della struttura». Il palazzo fu completato nella seconda metà del 1500. In quei luoghi si respira tanta storia. Nei piani più bassi ci sono persino delle grotte che forse, in passato, conducevano direttamente al mare; quindi, per essere utilizzate per eventuali fughe. Il soprintendente Pagano ha voluto ringraziare tutta l'amministrazione comunale di Scalea per aver voluto avviare una collaborazione stretta. Ha anche preannunciato l'avvio degli scavi in alcune aree della città e, in particolare, nella villa imperiale della Torre Talao ritenuta molto importante. Anche in riferimento al Palazzo dei Principi, il soprintendente ha sottolineato: «Si tratta di un palazzo importante. Nel 1500 Scalea era a capo di un distretto molto importante controllato dagli Spinelli, la famiglia nobile che ha attraversato tutta la storia fino al componente della famiglia, ultimo ministro borbonico, quando Garibaldi stava già arrivando a Napoli. Il palazzo – ha aggiunto Mario Pagano – superando anche altre pressanti esigenze, è stato voluto destinare alla Soprintendenza perché si allargasse il piccolo museo esistente. E' il posto adatto per organizzare un grande museo del mare che potrebbe persino contenere una nave romana». Un'idea che potrebbe essere appoggiata anche dal ministero. Si procederà nei prossimi mesi all'allestimento dei locali con l'organizzazione di nuove vetrine per l'esposizione dei reperti, a partire dalla preistoria. 

IL SERVIZIO VIDEO SULLA CONSEGNA DEI LOCALI

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.