Miocomune.it

La tua informazione locale

Mer16102019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Politica S. Nicola Arcella: crisi idrica, per l'opposizione troppe perdite

S. Nicola Arcella: crisi idrica, per l'opposizione troppe perdite

  • PDF

SAN NICOLA ARCELLA – 26 lug. - Il gruppo di opposizione “Liberi di cambiare”, composto da Gianpaolo Errigo, Domenico Osso, Nadir Ariete ed Erica Ricchini, torna sulla questione dell'emergenza idrica. Secondo il gruppo di opposizione il problema sarebbe generato da grosse perdite nella conduttura. Lo scorso 16 luglio, la sindaca Barbara Mele ha emesso una ordinanza di razionamento dell'acqua potabile, nella quale si legge testualmente: "la fornitura di acqua potabile è inferiore al fabbisogno della intera cittadinanza nel periodo estivo...". Il gruppo di opposizione ha chiesto alla Sorical i dati relativi alla portata di acqua immessa giornalmente nella rete comunale.

Nella rete comunale entrano, secondo quanto comunicato, circa 63 litri al secondo. “Considerando una dotazione idrica di 250 litri ad abitante per ogni giorno, la popolazione servita con tale quantità di acqua è di quasi 22.000 abitanti. Atteso che in questo periodo la popolazione che risiede a San Nicola Arcella non supera i 10 mila abitanti – fanno notare dall'opposizione - significa che la portata erogata dalla Sorical sarebbe più che sufficiente per il fabbisogno attuale. Il problema quindi non è la poca acqua che ci dà la Sorical, come afferma falsamente il sindaco – scrivono -, ma la rete idrica interna, completamente fatiscente e con perdite elevatissime”. L'attacco politico dei quattro consiglieri: “Ancora una volta, il sindaco, come è solita fare, scarica le proprie responsabilità su

altri, dimenticando che sono anni che il nostro gruppo consiliare sta sollecitando di affrontare il problema della rete idrica comunale. Il sindaco invece ha sempre sottovalutato la questione, ritenendola di scarsa importanza; infatti non esiste nessun atto ufficiale che testimoni una vera volontà di fare fronte a questa problematica. In Comune non esiste neanche una mappa della

rete idrica e non è mai stata fatta una seria ricerca delle perdite. Il Comune paga alla Sorical oltre 280 mila euro all'anno di acqua, quando invece, se non ci fossero perdite, ne pagherebbe meno della metà. Ed infatti - concludono - invece di affrontare problemi seri come questo, l'amministrazione Mele ha pensato a ben altre cose, portando il comune al quasi dissesto finanziario”.

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.