Miocomune.it

La tua informazione locale

Lun09122019

Ultimo Aggiornamento:10:54:15

Indietro Tirreno Tirreno News Politica Scalea, «E' bene verificare anche sulla Tosap»

Scalea, «E' bene verificare anche sulla Tosap»

  • PDF

SCALEA – 4 ago. - Primi risultati concreti dell’attività di riorganizzazione dell’Ufficio tributi del Comune di Scalea. In particolare, si apprende, è in atto un intenso lavoro rivolto all’attività di ricostruzione della banca dati Ici e Imu, volto ad assicurare la massima affidabilità dei dati relativi all’imposta. Durante questa fase, operando in modo da ottimizzare le risorse, sono stati effettuati i primi riscontri relativi agli anni di imposta Ici 2010 e 2011, pur nelle difficoltà oggettive derivanti dalla mancata trasmissione della banca dati aggiornata da parte della società di gestione precedente.

C'è poi un accenno alla gestione interna dei tributi che, secondo l'amministrazione comunale, ha già dato risultati di evidente efficienza sul fronte della tassa di occupazione del suolo pubblico sia relativamente al mercato settimanale che alle fiera in occasione della festività della Madonna del Carmelo. Questo va a tutto merito dell’ufficio tributi e delle azioni di controllo della Polizia Locale e testimonia la bontà della scelta dell’Amministrazione. Ma c'è anche chi si chiede e chiede di verificare negli anni passati quanto è stato incassato per la stessa tassa di occupazione di suolo pubblico e le modalità di pagamento.

C'è chi chiede agli organi preposti di verificare, anche sentendo gli stessi venditori ambulanti, se la tassa è stata versata e con quali modalità. In tal caso bisognerebbe comparare, un po' come viene fatto con l'Ici, i dati e capire se ci sono discordanze nel recupero delle somme, anche nei vari anni dell'attuale gestione altrimenti non si spiegherebbe l'idea di efficienza che si vuole far passare soltanto nell'anno in corso. La scure, quindi, eventualmente dovrebbe ricadere anche su quelle categorie che occupano il suolo pubblico e che, nel caso in cui si siano comportati in maniera onesta, sarebbero in grado di dimostrare l'avvenuto versamento della tassa per l'occupazione del suolo pubblico.

La gestione dei tributi è stata riportata all’interno dell’Ente e l’ufficio stesso è stato potenziato, fanno sapere dall'amministrazione, al fine di poter operare sull’impianto della nuova banca dati. Nelle prossime settimane saranno quindi inviati agli utenti gli accertamenti per il mancato pagamento dell’Ici relativo ai due anni 2010 e 2011 per un’ammontare complessivo di circa due milioni di euro. C'è ora chi consiglia che la stessa operazione possa essere fatta anche con la tassa relativa all'occupazione di suolo pubblico ricostruendo la “banca dati” visto che soprattutto nei mesi estivi gli ambulanti che occupano le varie postazioni sono sempre gli stessi. «L’azione - fanno sapere in una nota il consigliere Franco Di Giorno e il sindaco Pasquale Basile - tende ad evitare che gli effetti della crisi finanziaria in cui versa il Comune di Scalea ricadano sui cittadini onesti che hanno corrisposto quanto dovuto per l’Ici. E’ chiaro che vanno colpiti da subito coloro che hanno evaso l’Ici senza attendere l’avvicinarsi delle scadenze delle prescrizioni. Solo in tal modo si può sperare in una giustizia sociale, per quanto riguarda le imposte e i tributi, evitando di colpire coloro che pagano puntualmente le imposte e i tributi».

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Miocomune Atom News Miocomune RSS News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Per accettare i cookie, memorizzare la scelta e nascondere questo banner clicca su Accetto.